West Nile, protezione dalla malattia

Nella nostra Regione, ogni anno, dal 2013, si verificano casi di malattia neuroinvasiva da virus west Nile.

LA MALATTIA DA WEST NILE
La maggior parte delle persone infette non mostra alcun sintomo. Circa un caso su cinque ha sintomi leggeri: febbre, mal di testa, nausea, vomito, linfonodi ingrossati, manifestazioni cutanee (febbre di West Nile). Questi sintomi possono durare pochi giorni, in casi rari qualche settimana.
I sintomi più gravi (malattia neuro invasiva di West Nile) colpiscono una persona su 150: febbre alta, forti cefalee, debolezza muscolare e problemi neurologici. Nei casi più gravi (circa uno su mille) il virus può causare un’encefalite letale o esiti permanenti. La forma grave interessa principalmente le persone anziane o con ridotta efficienza del sistema immunitario.

LA TRASMISSIONE DELLA MALATTIA
Il principale mezzo di trasmissione all’uomo del virus West Nile è la puntura della zanzara domestica (zanzara culex).
La malattia non può essere trasmessa da uomo a uomo, con contatto diretto o indiretto, ma solo attraverso la puntura di una zanzara infetta.

COME PROTEGGERSI DALLE PUNTURE DI ZANZARE
Viste le abitudini crepuscolari dell’insetto, è utile proteggersi nelle ore serali-notturne (da maggio a novembre).
All’interno degli edifici il metodo più efficace è l’uso di zanzariere a maglie strette, applicate a porte-finestre, finestre e sul letto. In alternativa, è possibile utilizzare con le finestre aperte zampironi o apparecchi elettroemanatori di insetticidi, liquidi o in piastrine.
Nei luoghi all’aperto è preferibile indossare abiti di colore chiaro (quelli scuri o colorati sono più attrattivi per gli insetti), con maniche e pantaloni lunghi.
Vanno evitati i profumi, le creme e i dopobarba, che attraggono gli insetti.
Le sostanze repellenti applicate sulla pelle offrono una buona protezione, perché impediscono alla zanzara di raggiungere la cute e i vasi sanguigni. Vanno applicate sulla cute scoperta, compreso il cuoio capelluto, ripetendo il trattamento, perché sono eliminati con il sudore e l’evaporazione.
Non sono da applicare sulle mucose (labbra, bocca), sugli occhi o sulla cute abrasa. Spruzzati sui vestiti, i repellenti aumentano la protezione.
Nell’uso dei repellenti bisogna seguire scrupolosamente le indicazioni sulla confezione, avendo grande cautela con i bambini o le pelli sensibili.

Per approfondimenti consultare nel portale regionale E-R Salute la scheda sulle misure di protezione per evitare le punture di zanzara.

LA SORVEGLIANZA SANITARIA
In tutta la Regione è attiva la sorveglianza sanitaria su casi sospetti di malattia neurologica compatibili con i sintomi da virus West Nile.
La Regione ha attivato nelle province interessate misure di controllo specifiche sulle donazioni di sangue e su quelle di organi e tessuti.
I Comuni le Aziende Usl hanno ricevuto le indicazioni per la sorveglianza e il controllo del virus, con interventi più intensi nelle aree interessate, contro la proliferazione delle larve e delle zanzare adulte.

Luoghi Erogazione

Nome Indirizzo
Ambulatorio vaccinazioni igiene pubblica Via Fiume Abbandonato, 134 (RAVENNA)
Accesso: Su prenotazione
Ambulatorio Igiene Pubblica Piazza Suor Angela Molari, 3 (SANTARCANGELO DI ROMAGNA)
Accesso: Su prenotazione
Ambulatorio Igiene Pubblica Via Formia, 14 (RICCIONE)
Accesso: Su prenotazione
Ambulatorio Igiene Pubblica Via della Pace, 1 (CORIANO)
Accesso: Su prenotazione
Ambulatorio Igiene Pubblica Piazza della Repubblica, 18 (CATTOLICA)
Accesso: Su prenotazione
Ambulatorio Igiene Pubblica Via Arno, 40 (MORCIANO DI ROMAGNA)
Accesso: Su prenotazione
Ambulatorio Igiene Pubblica Piazza Bramante, 10 (NOVAFELTRIA)
Accesso: Su prenotazione
Ambulatorio Vaccinazioni Adulti Via Coriano, 38 (RIMINI)
Accesso: Su prenotazione
Nome Indirizzo