IL TICKET PER I FARMACI

La DGR 2075 del 3 dicembre 2018 ha rimodulato l’applicazione del ticket ai farmaci di fascia A (erogati a carico del Servizio sanitario) introdotti con la DGR 1190 del 4 agosto 2011. Il pagamento di tale ticket resta correlato al reddito familiare fiscale annuo lordo - autocertificato dal cittadino - e si applica esclusivamente a partire dalla soglia di 100.000 euro:

- 3 euro a confezione e fino a un massimo di 6 euro per ricetta (reddito superiore a 100.000 euro).
Pertanto, alle fasce di reddito sottostanti la soglia di 100.000 euro, individuate dalla DGR 1190/2011, non si applica alcun ticket:
- nessun ticket (reddito inferiore o uguale a 100.000 euro)

L’eventuale differenza di costo tra il farmaco di marca e quello del corrispondente farmaco generico sarà comunque a carico del cittadino e si sommerà all’eventuale ticket. Il farmacista è tenuto a proporre all’assistito un farmaco equivalente (generico) a carico del Servizio sanitario ma se il cittadino sceglie comunque il farmaco di marca dovrà pagare la differenza di prezzo, come stabilito dalla L. 405/2001.

Non si deve pagare il ticket se nella ricetta medica che prescrive i farmaci è indicata un’esenzione valida per le prestazioni di assistenza farmaceutica. Tuttavia, anche gli assistiti titolari di esenzione (con la sola eccezione degli invalidi di guerra e delle vittime del terrorismo) sono tenuti al pagamento dell’eventuale differenza di costo tra il farmaco di marca e quello del corrispondente generico nel caso scelgano di ritirare il farmaco di marca.

Sul portale E-R Salute si può consultare l'elenco dei farmaci esenti in base al tipo di esenzione per patologia cronica e invalidante in base alla delibera regionale 1894 del 19/12/2011.

Per poter applicare correttamente e tempestivamente le regole sul ticket occorre che il cittadino con reddito familiare fiscale annuo lordo inferiore a 100.000 euro abbia rilasciato all’Azienda USL competente la propria autocertificazione e che ogni variazione di tale reddito che determini un passaggio sotto la soglia dei 100.000 euro sia oggetto di nuova autocertificazione.

Vedi anche: http://salute.regione.emilia-romagna.it/cure-primarie/ticket-esenzioni

A chi rivolgersi

farmacia